LO SPECCHIO SCURORivista online di cinema e altre arti audiovisive

Gli articoli più recenti della redazione

NOTEBOOK
Creare il mondo di “Priscilla” di Sofia Coppola: intervista alla scenografa Tamara Deverell

Tamara Deverell ci parla di come ha trasformato Toronto, di come la palette di colori del film rispecchi il viaggio emotivo di Priscilla e del suo processo collaborativo con Sofia Coppola.

Breve studio sulla dimensione cromatica nel giallo erotico italiano

La definitiva affermazione del colore a cui si assiste nei primi anni Sessanta coincide e si intreccia con la nascita di un nuovo filone che prende il nome di “Giallo all’italiana”.

Bellaria Film Festival 2024: Intervista al selezionatore e critico cinematografico Mario Blaconà

Al termine della quarantaduesima edizione del Bellaria Film Festival, abbiamo avuto il piacere di dialogare con Mario Blaconà, che ha condiviso con noi i momenti più significativi della rassegna e le novità di quest'anno.

Gli speciali ricorrenti della rivista

RUBRICHE
“Hermitage” e il cinema indisciplinato di Carmelo Bene

Hermitage testimonia il desiderio di Bene di rivolgersi al cinema con l’intenzione di disfarlo, di “emancipare il cinema dal cinema”.

Satoshi Kon: Frame by Frame

Ogni linea, ogni rimando, ogni manifestazione di Satoshi Kon racchiudono una critica frattale anche al nostro rapporto con le immagini e con il cinema.

Neon Gothic: su “Lost in Translation – L’amore tradotto” di Sofia Coppola

Lost in Translation di Sofia Coppola rilegge alcuni archetipi della tradizione gotica nel contesto del romance sentimentale.

Le ultime puntate

PODCAST
Storie da un passato impossibile. Vulnerabilità della memoria in “Martha is Dead”

Martha is Dead è un gioco storico che racconta dell'impossibilità di una ricostruzione oggettiva del passato. Lo fa simulando varie tecnologie della memoria inaffidabili, che sembrano depositarie di una realtà oggettiva ma si svelano poi incapaci di coglierla.

“Observer”: cyberpunk e paranoia

Observer mette efficacemente in relazione l'immaginario cyberpunk e le ossessioni di due filoni narrativi contemporanei: apartment horror e della paranoid fiction.

“We’re All Going to the World’s Fair”: dalla finzione digitale al devisage virtuale

Grazie a una cornice narrativa digitale e parasociale, We’re All Going to the World’s Fair confonde realtà e finzione da inizio a fine, invitando a riflettere sulla convergenza tra auto-narrazione e dissoluzione del sé.

Le pubblicazioni della rivista

GLI ULTIMI NUMERI
LO SPECCHIO SCURO 2 – L’ETÀ DELLA RIPETIZIONE: TRA NOSTALGIA E AUTOREFERENZIALITÀ

Partendo dall’ultimo film di Quentin Tarantino, in questo secondo Numero de «Lo Specchio Scuro» prendiamo in esame il tema della ripetizione nelle sue forme più attuali e di maggior interesse teorico ed economico

ANNO 2022   |   IN TUTTI I NUMERI
LO SPECCHIO SCURO 1 – TWIN PEAKS 3 E GLI UNIVERSI CONVERGENTI NELL’AUDIOVISIVO CONTEMPORANEO

Partendo dal caso emblematico di Twin Peaks – Il ritorno di David Lynch, il primo Numero de «Lo Specchio Scuro» prende in esame alcuni esempi rilevanti di “creazione di mondi” all’interno di specifici ambiti artistici contemporanei; in special modo, il cinema, la serialità e il videogioco.

ANNO 2021   |   IN TUTTI I NUMERI

Gli ultimi speciali della rivista

FUORI NUMERO
IL THRILLER EROTICO CONTEMPORANEO TRA CINEMA E PIATTAFORME STREAMING

Uno speciale dedicato al thriller erotico: ripercorriamo la storia del genere, ci interroghiamo sulle ragioni della sua marginalizzazione, con interviste ai protagonisti e analisi di film (Acque profonde, The Voyeurs, Il fuoco del peccato, Illusioni mortali) e serie tv (The Idol, il remake di Attrazione fatale) usciti di recente che la critica ha definito thriller erotici.

MARZO 2024   |   IN FUORI NUMERO
I MELODRAMMI DI DOUGLAS SIRK ALLA UNIVERSAL-INTERNATIONAL, 1954-1959

Dedichiamo un omaggio a Douglas Sirk in occasione della retrospettiva del Festival di Locarno. Prendiamo in esame i melodrammi che il regista ha realizzato alla Universal-International dal 1954 al 1959: Secondo amore, Come le foglie al vento, Il trapezio della vita e Lo specchio della vita.

AGOSTO 2022   |   IN FUORI NUMERO

Le ultime pubblicazioni online

DALLA RIVISTA

Il canale de Lo Specchio Scuro

PODCAST

Lo Specchio Scuro sui social

SOCIAL MEDIA

Tutti gli articoli

CATEGORIE

Gli articoli più recenti della redazione

NOTEBOOK
Creare il mondo di “Priscilla” di Sofia Coppola: intervista alla scenografa Tamara Deverell

Tamara Deverell ci parla di come ha trasformato Toronto, di come la palette di colori del film rispecchi il viaggio emotivo di Priscilla e del suo processo collaborativo con Sofia Coppola.

Breve studio sulla dimensione cromatica nel giallo erotico italiano

La definitiva affermazione del colore a cui si assiste nei primi anni Sessanta coincide e si intreccia con la nascita di un nuovo filone che prende il nome di “Giallo all’italiana”.

Bellaria Film Festival 2024: Intervista al selezionatore e critico cinematografico Mario Blaconà

Al termine della quarantaduesima edizione del Bellaria Film Festival, abbiamo avuto il piacere di dialogare con Mario Blaconà, che ha condiviso con noi i momenti più significativi della rassegna e le novità di quest'anno.

Gli speciali ricorrenti della rivista

RUBRICHE
“Hermitage” e il cinema indisciplinato di Carmelo Bene

Hermitage testimonia il desiderio di Bene di rivolgersi al cinema con l’intenzione di disfarlo, di “emancipare il cinema dal cinema”.

Satoshi Kon: Frame by Frame

Ogni linea, ogni rimando, ogni manifestazione di Satoshi Kon racchiudono una critica frattale anche al nostro rapporto con le immagini e con il cinema.

Neon Gothic: su “Lost in Translation – L’amore tradotto” di Sofia Coppola

Lost in Translation di Sofia Coppola rilegge alcuni archetipi della tradizione gotica nel contesto del romance sentimentale.

Le ultime puntate

PODCAST
Storie da un passato impossibile. Vulnerabilità della memoria in “Martha is Dead”

Martha is Dead è un gioco storico che racconta dell'impossibilità di una ricostruzione oggettiva del passato. Lo fa simulando varie tecnologie della memoria inaffidabili, che sembrano depositarie di una realtà oggettiva ma si svelano poi incapaci di coglierla.

“Observer”: cyberpunk e paranoia

Observer mette efficacemente in relazione l'immaginario cyberpunk e le ossessioni di due filoni narrativi contemporanei: apartment horror e della paranoid fiction.

“We’re All Going to the World’s Fair”: dalla finzione digitale al devisage virtuale

Grazie a una cornice narrativa digitale e parasociale, We’re All Going to the World’s Fair confonde realtà e finzione da inizio a fine, invitando a riflettere sulla convergenza tra auto-narrazione e dissoluzione del sé.

Le pubblicazioni della rivista

GLI ULTIMI NUMERI
LO SPECCHIO SCURO 2 – L’ETÀ DELLA RIPETIZIONE: TRA NOSTALGIA E AUTOREFERENZIALITÀ

Partendo dall’ultimo film di Quentin Tarantino, in questo secondo Numero de «Lo Specchio Scuro» prendiamo in esame il tema della ripetizione nelle sue forme più attuali e di maggior interesse teorico ed economico.

ANNO 2022   |   IN TUTTI I NUMERI
LO SPECCHIO SCURO 1 – ‘TWIN PEAKS 3’ E GLI UNIVERSI CONVERGENTI NELL’AUDIOVISIVO CONTEMPORANEO

Una riflessione su cinema e paradossi temporali, la semantica dei mondi possibili applicata all’analisi del film, analisi di Twin Peaks 3 di David Lynch, Spiderman: un nuovo universo, le serie Dark, Loki e tanto altro.

ANNO 2021   |   IN TUTTI I NUMERI

Gli ultimi speciali della rivista

FUORI NUMERO
IL THRILLER EROTICO CONTEMPORANEO TRA CINEMA E PIATTAFORME STREAMING

Uno speciale dedicato al thriller erotico: ripercorriamo la storia del genere, ci interroghiamo sulle ragioni della sua marginalizzazione, con interviste ai protagonisti e analisi di film (Acque profonde, The Voyeurs, Il fuoco del peccato, Illusioni mortali) e serie tv (The Idol, il remake di Attrazione fatale) usciti di recente che la critica ha definito thriller erotici.

MARZO 2024   |   IN FUORI NUMERO
I MELODRAMMI DI DOUGLAS SIRK ALLA UNIVERSAL-INTERNATIONAL, 1954-1959

Dedichiamo un omaggio a Douglas Sirk in occasione della retrospettiva del Festival di Locarno. Prendiamo in esame i melodrammi che il regista ha realizzato alla Universal-International dal 1954 al 1959: Secondo amore, Come le foglie al vento, Il trapezio della vita e Lo specchio della vita.

AGOSTO 2022   |   IN FUORI NUMERO

Gli articoli più recenti della redazione

NOTEBOOK
Creare il mondo di “Priscilla” di Sofia Coppola: intervista alla scenografa Tamara Deverell

Tamara Deverell ci parla di come ha trasformato Toronto, di come la palette di colori del film rispecchi il viaggio emotivo di Priscilla e del suo processo collaborativo con Sofia Coppola.

Breve studio sulla dimensione cromatica nel giallo erotico italiano

La definitiva affermazione del colore a cui si assiste nei primi anni Sessanta coincide e si intreccia con la nascita di un nuovo filone che prende il nome di “Giallo all’italiana”.

Bellaria Film Festival 2024: Intervista al selezionatore e critico cinematografico Mario Blaconà

Al termine della quarantaduesima edizione del Bellaria Film Festival, abbiamo avuto il piacere di dialogare con Mario Blaconà, che ha condiviso con noi i momenti più significativi della rassegna e le novità di quest'anno.

Gli speciali ricorrenti della rivista

RUBRICHE
“Hermitage” e il cinema indisciplinato di Carmelo Bene

Hermitage testimonia il desiderio di Bene di rivolgersi al cinema con l’intenzione di disfarlo, di “emancipare il cinema dal cinema”.

Satoshi Kon: Frame by Frame

Ogni linea, ogni rimando, ogni manifestazione di Satoshi Kon racchiudono una critica frattale anche al nostro rapporto con le immagini e con il cinema.

Neon Gothic: su “Lost in Translation – L’amore tradotto” di Sofia Coppola

Lost in Translation di Sofia Coppola rilegge alcuni archetipi della tradizione gotica nel contesto del romance sentimentale.

Le ultime puntate

PODCAST
Storie da un passato impossibile. Vulnerabilità della memoria in “Martha is Dead”

Martha is Dead è un gioco storico che racconta dell'impossibilità di una ricostruzione oggettiva del passato. Lo fa simulando varie tecnologie della memoria inaffidabili, che sembrano depositarie di una realtà oggettiva ma si svelano poi incapaci di coglierla.

“Observer”: cyberpunk e paranoia

Observer mette efficacemente in relazione l'immaginario cyberpunk e le ossessioni di due filoni narrativi contemporanei: apartment horror e della paranoid fiction.

“We’re All Going to the World’s Fair”: dalla finzione digitale al devisage virtuale

Grazie a una cornice narrativa digitale e parasociale, We’re All Going to the World’s Fair confonde realtà e finzione da inizio a fine, invitando a riflettere sulla convergenza tra auto-narrazione e dissoluzione del sé.

Le pubblicazioni della rivista

GLI ULTIMI NUMERI
LO SPECCHIO SCURO 2 – L’ETÀ DELLA RIPETIZIONE: TRA NOSTALGIA E AUTOREFERENZIALITÀ

Partendo dall’ultimo film di Quentin Tarantino, in questo secondo Numero de «Lo Specchio Scuro» prendiamo in esame il tema della ripetizione nelle sue forme più attuali e di maggior interesse teorico ed economico.

ANNO 2022   |   IN TUTTI I NUMERI
LO SPECCHIO SCURO 1 – ‘TWIN PEAKS 3’ E GLI UNIVERSI CONVERGENTI NELL’AUDIOVISIVO CONTEMPORANEO

Una riflessione su cinema e paradossi temporali, la semantica dei mondi possibili applicata all’analisi del film, analisi di Twin Peaks 3 di David Lynch, Spiderman: un nuovo universo, le serie Dark, Loki e tanto altro.

ANNO 2021   |   IN TUTTI I NUMERI

Gli ultimi speciali della rivista

FUORI NUMERO
IL THRILLER EROTICO CONTEMPORANEO TRA CINEMA E PIATTAFORME STREAMING

Uno speciale dedicato al thriller erotico: ripercorriamo la storia del genere, ci interroghiamo sulle ragioni della sua marginalizzazione, con interviste ai protagonisti e analisi di film (Acque profonde, The Voyeurs, Il fuoco del peccato, Illusioni mortali) e serie tv (The Idol, il remake di Attrazione fatale) usciti di recente che la critica ha definito thriller erotici.

MARZO 2024   |   IN FUORI NUMERO
BAROCCO E CINEMA: IL SEICENTO DI PETER GREENAWAY

Uno speciale dedicato al cinema barocco di Peter Greenaway in occasione degli 80 anni del regista. Prendiamo in esame le sue collaborazioni musicali più rilevanti (Michael Nyman, Marco Robino) e cinque film che trattano esplicitamente il tema del Seicento.

GENNAIO 2023   |   IN FUORI NUMERO