Hard/core: di corpi e uomini, spazi e superfici nel cinema di Paul Schrader

  di   Alberto Libera