Come in uno specchio, racchiusi in un enigma: ‘Il nome della rosa’ o le stigmate del postmodernismo

  di   Alberto Libera